L’insolito comune. Nell’Officina Di Marco “Fetch”

Foto di Nicla Cannito

Oggi ho scelto un tema molto interessante che in un certo modo riguarda la prontezza dell’occhio e l’esperienza visiva del fotografo nel riconosce situazioni favorevoli ad ottenere un buon scatto.

Nella fattispecie parliamo di originalità in contesti fotografici (leggasi soggetti) piuttosto inflazionati, ossia il riuscire a riconoscere l’insolito all’interno del comune!

E per fortuna, nella Gabbia Armonica gli esempi fruibili non mancano.

Foto di Francesco D’Este

Ho scelto tre ottime fotografie che supportano bene l’argomento. Tutte hanno in comune una scena ed un soggetto piuttosto inflazionati.

Chi di noi non ha mai fotografato qualcuno nell’atto egli stesso di fotografare.

Alzi la mano chi non ha mai effettuato un taglio portrait col grandangolo all’interno di un vicolo in uno dei tanti centri storici italiani (od europei).

Chi non ha mai ripreso (almeno una volta nella vita) una strada extraurbana dal centro della carreggiata!

La Foto di Nicla Cannito, oltre a pregiarsi di una piacevolissima atmosfera “naif” sottolineata da una conversione monocromatica sobria, ha in quell’abito sferzato dal vento il punctum dell’originalità e della leggerezza di un viaggio.

Nell’immagine di Francesco d’Este invece, sono le ombre sulla pavimentazione ad attirare l’attenzione e quindi bloccare l’osservatore nella lettura dell’immagine, con una dinamica simmetria tra la parte alta e bassa.

Ironicamente costruita, infine, la foto di Michele Vincitorio è un’abile composizione con linee guida ben precise ed un punto di ripresa ottimale.

Tra gli allenamenti migliori che un fotografo può eseguire, la ricerca dell’insolito in un contesto comune è certamente quello più alla portata. Non servono costose attrezzature. Non sono indispensabili biglietti aerei. Basta la creatività ed un costante allenamento dell’occhio.  

Fetch


Le Immagini sono di Nicla Cannito, Francesco D’Este e Michele Vincitorio

Foto di Michele Vincitorio



La Gabbia Armonica, Gennaio 2017

 

Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *